MI PIACEREBBE APRIRE UNA FINESTRA

CON IL MONDO DOVE DIALOGARE DI TUTTO E UN PO',

DELLE MIE PASSIONI,

DEI MIEI PROGETTI, DEI MIEI SOGNI,

E PERCHE' NO ANCHE DELLE MIE TRISTEZZE

mercoledì 3 febbraio 2010

Storia di Oscar, gatto che predice la morte.


Storia di Oscar, gatto che predice la morte.

Ieri - 17.48


New York, 2 feb. (Ign) - E' la storia di Oscar gatto che predice la morte. Emissari sulla terra della dea Bastet, divinità protettrice della fertilità e delle gioie terrene, dalla danza alla musica al sesso. E anche dea della salute. Appunto. I gatti già dall'antichità -qui si ricorda l'Egitto- hanno accompagnato nel tempo l'immaginario dell'uomo, materializzando nel corpo da felino il mito, la superstizione e la magia. Con alterne vicende: adorati dai Faraoni, al rogo con le streghe nel medioevo. Per arrivare al nero che porta sfortuna dei giorni nostri.

Oscar invece è un gatto a chiazze bianco e grigio, la mascotte dell'ospedale Steere House in Rhode Island, negli States. Sembra un micio normale anche un po' sovrappeso, ma ha un dono. Gira di stanza in stanza, si guarda intorno, ma non si ferma con tutti. Solo in compagnia dei pazienti più gravi. Quelli a cui restano poche ore di vita. E' diventato famoso nel 2007 quando il dottor David Dosa ha scritto un articolo sulla sua 'capacità divinatoria' sul Giornale di Medicina del New England. Ai tempi il gattone aveva 'detto addio' a venticinque pazienti. Adesso siamo sulla cinquantina. Da allora ha fatto strada. Ha anche la sua pagina su Facebook con fan e detrattori. Accanto a chi ne celebra le qualità, c'è chi ipotizza - scherzando - che sia lui a uccidere i pazienti.

A raccontare la vicenda un libro che s'intitola, 'Il regalo straordinario di un gatto ordinario' che, si legge sul popolare social network, è già nella top50 dei più venduti online. L'autore è il medico che l'ha scoperto. Una fonte autorevole. Non solo è geriatra, ma anche docente universitario alla Brown University, che cura i pazienti con demenza senile alla clinica. "Per loro è un conforto - ha detto - viene menzionato spesso anche nei loro testamenti". Il dottor Dosa non riesce a dare una spiegazione scientifica di quanto sta succedendo nel suo libro, ma ipotizza che il micione possa riconoscere l''odore della morte'.

1 commento:

Antonella ha detto...

Bellissimo questo gatto anche se mi intimorisce un pò.... ci credo nel suo "sesto senso"...I gatti sono straordinariamente magici!
Sono qui anche per dirti che sul mio blog "Gocce di Amicizia" (http://premiantonella.blogspot.com) c'è un pensierino per tutti gli amici contenuto nel post "Un pensiero per tutti voi".
Ti invito a ritirarlo, se per te è cosa gradida, e ti auguro un felicissimo fine settimana!!! Grazie ancora!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails